Come divertirsi con la rifrazione, il mondo a testa in giù!

 

Clicca Sull'Icona E Condividi L'Articolo Sul tuo Social NetWork 😉

Oggi vi suggerisco l’utilizzo di un oggetto simpatico e originale per realizzare le vostre fotografie “creative”. Si tratta di un oggetto piccolo e discreto facile da trasportare sia al mare che in montagna. Sto parlando della sfera di vetro.

Premessa…….. Tempo fa fotografavo i classici riflessi posti solitamente su di una vetrina, su di un occhiale o sulla classica pozzanghera d’acqua, ………. Poi, per mia fortuna mi sono disintossicato da quest’abitudine. Scherzi a parte, questi che vi ho elencato sono i casi più comuni dove “reprendere” un riflesso, ma sono anche le basi per quello che v’illustrerò sotto..

Ora vediamo come fotografare un soggetto “all’interno” di un oggetto solido come una sfera di vetro, oppure in un liquido come una goccia d’acqua. (Vi ricordo che la goccia d’acqua è stata ampliamente trattata in un altro articolo). Fotografare i riflessi su superfici piane (pozzanghera, vetrina ecc.) è abbastanza semplice, poiché il riflesso solitamente coincide con il piano della superfice e la messa a fuoco è più semplice e precisa, si complicano le cose quando vogliamo usare per le nostre fotografie le gocce d’acqua o le sfere di vetro (le ultime ora molto di moda). Prima cosa da sapere quando vogliamo cimentarci in questo genere di foto che il soggetto dentro le gocce o dentro la sfera sarà percepito dai nostri occhi capovolto al contrario, quindi prima di decidere quale soggetto usare per la nostra fotografia dobbiamo ragionare se lo stesso sarà o meno valorizzato all’interno della nostra sfera. I soggetti più affini per questo genere di scatti sono i fiori, (il motivo è abbastanza semplice e riguarda la loro forma che solitamente è speculare in tutte le direzioni), il fiore sarà leggibile in ogni verso dentro la nostra sfera (per leggibile intendo che anche se capovolto, sembrerà sempre nel verso giusto). Un’altra cosa da tenere presente è la posizione della sfera e la distanza della stessa dal soggetto, quindi: ·

·        Se fotografiamo un paesaggio nella sfera sarà indifferente la distanza dello stesso, poiché trattandosi di un soggetto ampio non ci saranno problemi ad inquadrarlo. Piuttosto in questo caso dovrete ragionare sulla posizione della sfera se alta o se bassa per determinare se cogliere più o meno i particolari radenti al suolo.

·        Al contrario se il soggetto da riprendere è un fiore (o qualcosa di non troppo esteso o grande), si è obbligati a porre la sfera molto vicina al soggetto così che appaia nitido e soprattutto grande al suo interno. (Vi basterà fare alcune prove per capire quanto la vicinanza a un soggetto ne determini il risultato finale.)

Solitamente in questo genere di fotografia si utilizzano teleobiettivi o macro obiettivi utili per avvicinarsi quanto più possibile con la messa a fuoco alla sfera o per meglio dire al soggetto dentro la sfera ottenendo poi uno sfondo sfocato in modo uniforme. Attenzione, ci sono delle riprese nelle quali l’uso del grand’angolare per fotografare la nostra sfera è fondamentale…… e poiché vi ho già raccontato abbastanza, lascio a voi le prove sul campo per capire quali siano questi casi. 😉

Vi ricordo in fine che per cimentarvi in questo genere di fotografia è consigliato l’acquisto di una sfera del valore di circa 10 euro e dal diametro di circa 3 / 4cm. Reperibile tranquillamente su Amazon. Sconsiglio sfere più grandi per vari motivi, il primo l’ingombro il peso e per il fatto che sono troppo grandi per fotografare soggetti piccoli.

Saluti Mario Nicorelli.