Light Painting (foto by Mario Jr Nicorelli)

 

Clicca Sull'Icona E Condividi L'Articolo Sul tuo Social NetWork 😉

Il Light Painting è una tecnica fotografica che permette di illuminare i soggetti semplicemente direzionando un fascio di luce solo nei punti che ci interessano maggiormente. Utilizzando tempi sufficientemente lunghi e diaframmi non eccessivamente chiusi possiamo con il light painting evidenziare singole zone dell’immagine, oppure disegnare effetti particolari in modo preciso e dove interessa a noi.

E’ una tecnica utilizzata da molti fotografi in notturna per “isolare” i soggetti senza riprendere altro che a loro non interessa. Questo genere di illuminazione viene usato anche nello stilllife dove sempre grazie al controllo della luce si possono evidenziare zone particolari senza interagire con altre.

Molti si diverto ad usare il Light Paint per realizzare scritte, disegni o per evidenziare i contorni di alberi, case, persone, ecc. Come sempre l’unico limite in questi casi è la fantasia, quindi vi consiglio prima di prendere in mano la torcia di osservare sul web i capolavori che hanno realizzato altri fotografi e di prendere spunto da loro per iniziare un progetto tutto vostro. Ora munitevi di torcia, flash, di un treppiedi e della fotocamera ed andate a sperimentare questa nuova tecnica in zone dove l’inquinamento luminoso e minimo, così che la torcia sia l’unica fonte luminosa ad interagire con il soggetto fotografato.

Allego qui sotto alcuni esperimenti che ho fatto tempo fa con il fine di provare il light painting.

Setup macchina Nikon D300s: Tempo di scatto 15 sec circa Diaframma f8 ISO 100 Treppiedi Tokina 12/24 mm 

Per prima cosa ho posizionato i soggetti nel posto che mi interessava e gli ho illuminati per mettere a fuoco nel modo corretto ( con il buio sarebbe stato difficile mettere a fuoco correttamente). Fatto cio ho azzerato ogni fonte luminosa e ho iniziato come segue.

Dal momento dello scatto si procede come segue: prima cosa si va con un flash in mano ad illuminare il primo soggetto ( a dx ) la luce deve essere forte e posizionata in modo da illuminare anche parte del piano d’appoggio ( l’erba in questo caso ), poi sempre con il flash in mano si corre ad illuminare il secondo soggetto. Fatto ciò si molla il flash e si accende la torcia a led e partendo in modo ordinato dal primo al secondo soggetto si crea la nostra scia luminosa. Ovviamente nel frattempo il tempo passa, perciò’ dovete calcolare bene i tempi per realizzare il tutto. Non abbiate paura di apparire nella foto, in quanto non siete illuminati da nulla quindi il sensore non vi registra.

Alla fine il risultato e’ questo che vedere sotto, una scena in stile Dragon Ball dove viene scagliata una sorta di onda energetica da un soggetto ad un altro. Premetto che non c’è alcun uso di Photoshop 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares